Silvi Paese il Borgo d’Abruzzo con un belvedere mozzafiato!

Silvi Paese | Borgo Abruzzo | Ciancalone

Il borgo di Silvi Paese è famoso per offrire ai suoi visitatori un belvedere mozzafiato, con una vista panoramica sul mare Adriatico che va da Ancona fino alle Isole Tremiti.

Il borgo nasce nell’alto medioevo e venne fondato da un gruppo di pescatori che si spostarono dal villaggio costiero alla collina. Ammirandolo dalla costa, ha le sembianze di un promontorio che si tuffa a picco sul mare. Molte furono le popolazioni che tentarono di impadronirsene, dato che il borgo si trova ad una altezza di 243 m s.l.m, collocazione ideale per ottenere il pieno controllo dei porti costieri sottostanti, e quindi riuscire a dominare l’ ampio raggio di mare adriatico.

Inoltre il borgo di Silvi Paese oltre ad offrire un fantastico belvedere che si affaccia sulla costa, regala nel versante occidentale una panoramica completa della catena montuosa del Gran Sasso.

Silvi paese: patrimonio artistico del borgo d’Abruzzo

Silvi Paese | Borgo Abruzzo | Ciancalone

Le epoche che hanno attraversato la storia di Silvi Paese, hanno lasciato in eredità al borgo un buon patrimonio artistico, soprattutto riguardo a chiese e luoghi di culto. Andando per ordine di importanza ne citiamo alcune:

  • la Chiesa di San Salvatore, costruita intorno al 1100 in onore del primo protettore di Silvi. Nel corso degli anni la Chiesa ha subito numerosi rifacimenti, ed è stata anche ristruttura recentemente;
  • la Chiesa di San Rocco, costruita nel XVI secolo come cappella rurale, è situata non molto lontano dalla chiesa di San Salvatore. Una caratteristica particolare è il campanile a velo, tipico del periodo ottocentesco, mentre all’interno possiamo trovare l’altare in stile barocco;
  • la Cappella della Madonna dello Splendore, su cui aleggia la leggenda riguardo la sua istituzione. Essa dice che fu elevata sul punto in cui San Leone, con una torcia in mano, incontrò i turchi e li fece desistere dall’attaccare il borgo. La Cappella della Madonna dello Splendore è situata lungo la strada panoramica che da Silvi Marina conduce a Silvi Paese, poco prima di arrivare al centro storico.

Da un punto di vista architettonico e urbanistico, presso il Borgo di Silvi Paese vi sono ancora conservati splendidi esempi di monumenti artistici tipici dell’età medievale come la “locanda del frate”, ma anche più moderni come la fontana novecentesca, opera del maestro Giuseppe Vallescura e di suo figlio Antonello. Inoltre non vanno dimenticati i pittoreschi e caratteristici archi che circondano tutto il borgo di Silvi Paese, peculiarità ben visibile se si passeggia sulla costa sottostante.

Il Borgo di Silvi Paese e la tradizione del “Ciancalone”

Silvi Paese | Borgo Abruzzo | Ciancalone

Tra gli eventi del borgo di Silvi Paese, quello principale è sicuramente relativo all’antica tradizione del “Ciancalone”. La leggenda narra di un giovane del posto di nome Leone, che accorgendosi dello sbarco sulla costa da parte degli invasori turchi,  decise di affrontarli correndogli incontro con una grossa torcia accesa, e più correva e più la torcia emanava una luce intensa ed incandescente, tanto che gli invasori credettero, che lì ad aspettarli ci fosse un intero esercito e per paura di perdere il bottino già conquistato, si ritirarono.

La festa del “Lu Ciancalone” è un evento che si ripete ogni anno nell’ ultima domenica di Maggio, ed impegna tutto il paese nell’allestimento di un grosso cilindro di canne legate tra loro, alto fino a 10 metri. Una volta fissato verticalmente e acceso nella piazza principale, i cittadini del borgo e i turisti presenti, fanno festa fino ad esaurimento del “Ciancalone”, accompagnati da canti e balli popolari, con l’immancabile enogastronomia abruzzese, come la Porchetta, Arrosticini e l’ottimo vino doc delle cantine locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *